IL BANCHIERE TEDESCO

Gira per mail una bella storiella, che ripubblico qui un poco modificata.

E’ una giornata uggiosa in una piccola cittadina, piove e le strade sono deserte. In città arriva un banchiere tedesco e si ferma in un piccolo alberghetto.

Dice al proprietario che vorrebbe vedere le camere e che forse si ferma per il pernottamento e mette sul bancone della ricezione una banconota da 200 euro come cauzione.
Il proprietario gli consegna alcune chiavi per la visione delle camere.

1. Quando il banchiere sale le scale, l’albergatore prende la banconota, paga il debito con la banca (180 € + 20€ di interessi), e questo gli permette di prelevare altri 170€ e correre dal suo vicino, il macellaio, per saldare i suoi debiti di 170 €.
2. Il macellaio prende i 170 €, paga il debito con la banca (155 € + 15€ di interessi), e questo gli permette di prelevare altri 160 euro con cui correre dal contadino per pagare il suo debito.
3. Il contadino prende i 160€, paga il debito con la banca (148 € + 12€ di interessi), e questo gli permette di prelevare altri 140 euro e di correre a pagare la fattura presso la Cooperativa agricola.
4. Qui il responsabile prende i 140 euro, paga il debito con la banca (130 € + 10 € di interessi), e questo gli permette di prelevare altri 120 € e correre alla bettola per pagare la fattura delle sue consumazioni.
5. L’oste prende i 120 euro, paga il debito con la banca (108 € + 12 € di interessi), e questo gli permette di prelevare altri 100 € che consegna la banconota ad una prostituta seduta al bancone del bar e salda così il suo debito per le prestazioni ricevute a credito.
6. La prostituta paga il debito con la banca (80 € + 20 € di interessi, che costano di più per chi ha meno soldi), e questo gli permette di prelevare altri 80 € e di saldare il conto per l’affitto della camera per lavorare (200 euro) utilizzando anche i 120 guadagnati quel giorno.
7. L’albergatore rimette i 200 euro sul bancone della ricezione.
8. In quel momento il banchiere tedesco scende le scale, riprende i suoi soldi e se ne va dicendo che non gli piacciono le camere e lascia la città.

Risultato
- Nessuno ha prodotto qualcosa (a parte la prostituta)
- La banca (del tedesco) ha guadagnato 89 € di interesse e gode ancora di un credito di 770 euro
- Tutti hanno abbassato il proprio debito ma su questo continueranno a pagare gli interessi

Il bello è che la banconata messa sul banco dal tedesco gli era appena stata data dallo Stato e quindi era stata pagata dalle tasse di albergatore, macellaio, contadino, responsabile coop, oste, e in parte anche dalla prostituta che paga l’IVA sui prodotti che consuma.
E questa banconota il banchiere se la mette in saccoccia.

Giorgio

About these ads

Informazioni su giorgioealessio

Siamo una coppia gay che vuole raccontare la propria vita quotidiana e i propri pensieri.

Pubblicato il 20 febbraio 2012, in Politica, Vita quotidiana con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: